Calcio a 5 : REAL DEL – CHAMINADE (0-1) 0-1

received_419558828936317

REAL DEM:Casati, Marino, Cicconetti, D’Alonzo, Costantini, Raldi, Zaffiri, Basso, Cafarelli, Vennitti, De Falviis, Fanà. Allenatore: Morgionereceived_419558828936317

 

CHAMINADE: Wiegels, Passarelli, Gonzalez, Oriente, Pescolla, Paulinho, Caddeo, Cancio, Vaino, Evangelista, De Nisco, D’Alauro. Allenatore: Tavone

 

ARBITRI: Vito Matera Sez. Molferta ,Domenico De Candia Sezione di Molfetta;  cronometrista Gabriele Gerardi Sez. Pescara.

 

Reti: ’12″48 Caddeo ( CCB)

 

Falli: 1 tempo 3-2, 2 tempo 2-4

 

Si apre una settimana da capolista solitaria per la Chaminade Campobasso. La rete di Caddeo ha permesso ai rossoblù di superare in trasferta il Real Dem e conservare l’imbattibilità in campionato. Mister Tavone, in Abruzzo ritrova tra le rotazioni il centrale Passarelli e recupera in extremis l’universale Paulinho, che dopo il riscaldamento da il suo OK per scendere in campo. Dopo cinque minuti di gioco il capitano Luca Oriente risente del solito stiramento al flessore, che lo ha già tenuto in tribuna in più di un occasione dall’inizio della stagione, gara finita per lui.  La prima azione pericolosa è della Chami: Vaino ruba il pallone sulla trequarti bravo Casati a deviare in angolo. Il vantaggio ospite si concretizza dopo una lunga fase di possesso palla: Luca Caddeo ruba palla a Cicconetti e a tu per tu con Casati piazza la sfera sotto l’incrocio dei pali, questa volta non può nulla il portiere locale. Il copione del primo tempo è tutto in favore dei molisani che schiacciano il Real Dem nella propria metà campo. Neo della Chami non aver chiuso il match nel primo tempo, con tante azioni offensive costuite ma solo una concretizzata, merito anche di Casati il migliore tra i suoi. Nella ripresa si ferma anche Gonzalez dopo aver subito un coplo al piede, il centrale spagnolo prima abbandona il campo poi stringe i denti e torna a mezzo servizio. Difesa affidata all’insolita coppia Caddeo e Passarelli. Da sottolineare l’esordio con mister Tavone per De Nisco che nell’ unico minuto giocato si rende pericoloso tentando un pallonetto a

 

 

Casati, sfera deviata sopra la traversa. Il Real Dem dal quindicesimo gioca la carta del portiere di movimento Cicconetti l’uomo in più in mezzo al campo. Il gioco offensivo dei padroni di casa non concede pericoli alla retroguardia della Chami, tranne che negli ultimi 30 secondi di gioco con  Cicconetti tiro deviato da Pescolla che si spegne sul fondo.  Termina qui il match successo di misura per la Chaminade, quarto ko consecutivo per il Real Dem. A testimonianza del fair play vissuto in campo l’incontro termina con una foto insieme delle due formazioni.  Adesso via al trittico terribile: sabato al Pala Selvapiana arriva il Giovinazzo, poi la trasferta a Molfetta e infine la gara interna contro il Canosa. Il mese di novembre sarà decisivo per delineare gli obiettivi stagionali. Anche questa settimana la Chaminade dovrà lavorare sull’approccio alla gara e sulla concretezza sotto porta come richiesto la scorsa settimana dalla società.