TIPO : 📢 Cosa succede questo fine settimana? Barezzi Festival, Federico Rampini, Jeff Mills e molto altro

logo_tipo_ok1
Visualizza la mail nel browser
 logo_tipo_ok1

Cosa succede questo fine settimana

Ciao a tutti, ben ritrovati. Eccolo qui il nuovo fine settimana: ci aspetta la tre giorni musicale del Barezzi Festival con, tra gli altri, Echo & The Bunnymen e Apparat, Federico Rampini a teatro con “Quando inizia la nostra storia”, il ritorno di Jeff Mills al Link. A seguire trovate questo e altro, insieme al nostro consueto sguardo sui live dei prossimi mesi e sulle mostre.
La tre giorni del Barezzi Festival
Dal 15 al 17 novembre Barezzi Festival porta a Parma una proposta coraggiosa, originale, anticonformista e di altissimo livello. Dagli alfieri del postpunk britannico, Echo & The Bunnymen, a colui che ha trasformato Berlino nella capitale dell’elettronica, il producer Apparat, fino al “superstite del soul”, J.P Bimeni, senza trascurare la musica italiana d’autore, rappresentata da Vasco Brondi, Dente, Renzo Rubino. E ancora: il “french touch” dei Nouvelle Vague, il folk rock di Scott Matthews, la musica da camera del Quartetto Coll’Arco, il dj set infuocato di Marcellus Pittman.
Federico Rampini a L’Altro Teatro con “Quando inizia la nostra storia”
«La storia è maestra di vita e dobbiamo riscoprirla come guida». Tra letture del passato e racconti dei suoi viaggi e degli eventi vissuti da testimone, Federico Rampini, giornalista, scrittore ed analista di geopolitica di fama internazionale, venerdì 15 novembre a L’Altro Teatro di Cadelbosco di Sopra (RE) ripercorre e interpreta la storia attraverso alcune date-chiave, per fare luce sui sorprendenti legami tra eventi epocali del passato e il nostro presente. (foto di Costanzo D’Angelo)
L’unica data italiana di Aldous Harding
Scoperta mentre si stava esibendo per le strade di Lyttelton, Aldous Harding ha saputo attirare su di sé l’attenzione di alcuni degli esponenti più illustri del mondo della musica internazionale. A due anni di distanza dall’acclamato “Party”, Album of the Year del Rough Trade Shops, la cantautrice neozelandese venerdì 15 novembre presenta il nuovo lavoro, “Designer”, al Locomotiv di Bologna, nella sua unica data italiana.
Il ritorno di Jeff Mills al Link
Il più importante tra i dj e producer della seconda generazione di Detroit torna con una delle sue performance che uniscono techno, funk e minimalismo a tecnica e gusto sopraffini. Sabato 16 novembre, a vent’anni di distanza dalla sua prima esibizione al Link di Bologna, Jeff Mills continua a raccontare la sua e la nostra storia in un mix di elettronica e futuro. In apertura M16 Projects, il progetto solista di Alessandro Bocci degli Starfuckers, con il suo set live tra techno, funk e groove elettronico.
Pino Arlacchi presenta “Addio Cosa Nostra. La vita di Tommaso Buscetta”
Pino Arlacchi, sociologo e politico, è considerato una delle massime autorità mondiali in tema di sicurezza umana. Domenica 17 novembre alle 11 al Ridotto del Teatro Valli di Reggio Emilia a Finalmente Domenica presenta, in dialogo con Mirco Carrattieri, il suo nuovo volume “Addio Cosa Nostra. La vita di Tommaso Buscetta”.
Max Collini legge l’Indie
Max Collini non ha bisogno di presentazioni, non al Circolo Kessel di Cavriago (RE), luogo in cui ha debuttato con gli Offlaga Disco Pax ai tempi del glorioso Calamita e in cui è tornato con Spartiti e da cui è nato questo nuovo reading pieno di ironia sulla musica dei nostri anni, da Calcutta alla trap romagnola (!). L’appuntamento è per domenica 17 novembre.
Tutti gli eventi da non perdere, secondo noi
Che concerti ci sono in giro?
Giovanni Lindo Ferretti, Sunn O))), Stereophonics, Slipknot, DIIV (foto), Brunori Sas, Santana, The Mission, Russian Circles, The 1975, Nada Surf, Van Der Graaf Generator, Evanescence, John Butler, Lana Del Rey, Green Day + Weezer, System Of A Down + Korn, Salmo, Social Distortion, Deep Purple, Billie Eilish, Ligabue, Steven Wilson, Jose Gonzales, Simply Red. E sono solo alcuni dei live in arrivo nei prossimi mesi, in Emilia e dintorni. (foto di Coley Brown)
Tutti i live
Le mostre da vedere
Sabato 16 novembre a Palazzo Magnani e ai Chiostri di San Pietro, a Reggio Emilia, apre al pubblico “What a wonderful world“, un affascinante percorso nella lunga storia dell’Ornamento tra arte e natura con opere di autori quali Albrecht Dürer, Leonardo da Vinci, Giovan Battista Piranesi, William Morris, Koloman Moser, Maurits Cornelis Escher, Pablo Picasso, Henri Matisse, Giacomo Balla, Andy Warhol, Keith Haring, Peter Halley, Shirin Neshat.
Tutte le mostre
Vi raccomandiamo di verificare sempre l’effettivo svolgimento degli eventi
visitando la relativa pagina web.