Biblioteca Internazionale : “Vie di Memoria” performance di Colin – invito

invito_gcolin_vie-di-memoria-nl
sabato 16 novembre 2019
dalle 11.30 alle 19.00
Palazzo del Governatore
Piazza Garibaldi, Parma
“VIE DI MEMORIA” – performance di Colin
 

Cosa può nascere dall’incontro tra un artista e l’universo mondo che si schiude nella memoria di ciascuno? È questa la domanda da cui scaturisce l’invito, aperto a tutta la città, che Gianluigi Colin, protagonista a Palazzo del Governatore della mostra “Costellazioni familiari. Dialoghi sulla libertà” fino al 1 dicembre 2019, rivolge ai cittadini.

Sabato 16 novembre dalle ore 11.30 alle 19.00 , Gianluigi Colin coinvolgerà gli abitanti di Parma nella realizzazione dell’azione artistica “Vie di Memoria” : tutti sono invitati a portare una immagine o un oggetto che fa parte della propria memoria personale – subito restituito al proprietario – che l’artista elaborerà con una fotocopiatrice, intervenendo poi con elementi pittorici.
Le opere, timbrate e firmate, saranno realizzate in due copie: una sarà donata alla persona che partecipa all’azione, l’altra sarà esposta a Palazzo del Governatore e sarà inclusa nel grande archivio “Vie di Memoria” .
Inoltre in questa speciale giornata l’ingresso alla mostra Costellazioni Familiari sarà gratuito.
La performance fa parte di un progetto iniziato da Colin nel 2001 e che ha sinora toccato città come Milano, Roma, Napoli, San Pietroburgo, New York e Buenos Aires, a cui è stato dedicato nel 2003 un volume edito da Charta.

La mostra e la performance si inseriscono tra gli appuntamenti di Anteprima Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 su desiderio dell’ assessore alla Cultura di Parma Michele Guerra e con l’organizzazione e la sponsorizzazione di Cepim Spa , Interporto di Parma che, attraverso il suo amministratore delegato e presidente Luigi Capitani , ha condiviso il progetto e reso possibile la mostra Costellazioni Familiari.

Per maggiori dettagli sulla mostra potete consultare il sito del Comune di Parmahttps://cutt.ly/IeGIGbg
Biblioteche Internazionale Ilaria Alpi & Ugo Guanda