Verlengia carica il Cln Cus Molise: “A Barletta per avvicinare in maniera decisa la salvezza”

DSC_0134

DSC_0134

Dimenticare in fretta la sconfitta rimediata sabato scorso contro il Cassano. E’ questo l’imperativo del Cln Cus Molise, che a Barletta nel prossimo turno cercherà di chiudere in maniera quasi definitiva il discorso salvezza. Con i tre punti, infatti, la squadra guidata da Marco Sanginario,  sarebbe vicinissima alla permanenza in A2. Ad analizzare il momento vissuto dal gruppo e a parlare del campionato è Simone Verlengia, un giocatore che si è messo a disposizione del gruppo e del tecnico e che sicuramente farà strada negli anni a venire.  “Sabato contro il Cassano è mancata probabilmente un po’ di grinta cosa che sicuramente sarebbe servita per ottenere la vittoria al cospetto di una squadra molto forte. Siamo stati anche un po’ sfortunati con il palo di Debetio sul risultato di 2-2. Se il pallone fosse entrato sarebbe stato il gol del 3-2. Peccato”.

La stagione è comunque positiva fino a questo momento con la salvezza ormai a portata di mano. Si può pensare a qualcosa di più?

“Il nostro cammino è stato indubbiamente positivo fino a questo momento anche in considerazione del fatto che siamo una squadra neopromossa. Lavoriamo tutti i giorni per cercare di fare sempre meglio. Quanto agli obiettivi, dobbiamo mettere prima di tutto in cassaforte la salvezza, poi eventualmente penseremo a qualcosa di più”.

A proposito di salvezza, sabato vi aspetta uno scontro importante in questa ottica. A Barletta avrete la possibilità di avvicinare il discorso in maniera decisa.

“Cercheremo di chiudere il discorso salvezza ma siamo consapevoli del fatto che a Barletta non sarà assolutamente una gara semplice. Ci attende una trasferta insidiosa contro una squadra che ha sempre venduto cara la pelle. Anche loro hanno bisogno di punti e quindi sarà una partita da affrontare con la dovuta grinta e con grande determinazione”.

E’ soddisfatto del suo rendimento fino a questo momento?

“Sono contento di quello che sono riuscito a fare fino a questo momento. Credo di essere stato di aiuto ai miei compagni di squadra e di essermi fatto trovare pronto quando il mister mi ha chiamato in causa. Colgo l’occasione per ringraziare il tecnico Marco Sanginario per la fiducia e i minuti che mi ha fino ad ora concesso in questa stagione”.

Che idea si è fatto del campionato in generale?

“È un campionato molto difficile e equilibrato con la classifica corta e con nessuna partita dall’esito scontato. E’ un bel torneo che promette spettacolo fino alla fine”.

 

 

Ufficio Stampa Stefano Saliola 328-3330361