ANGAISA News del 2 luglio 2020

angaisa news
Testatine_News_2017_Purple.jpg

2 luglio 2020 | Settimana 27

01_Consumi.jpg

ECONOMIA

Nel primo trimestre in calo reddito, potere d’acquisto e consumi

Nel primo trimestre del 2020 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è diminuito dell’1,6% rispetto al trimestre precedente, mentre la spesa per consumi finali si è ridotta del 6,4%. Lo ha reso noto l’Istat, nella nota flash diffusa nei giorni scorsi. Il potere d’acquisto delle famiglie è diminuito rispetto al trimestre precedente dell’1,7%, a fronte di una sostanziale stabilità dei prezzi. La pressione fiscale è stata pari al 37,1%, in crescita di 0,5 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

“Le misure di sostegno ai redditi introdotte per contenere gli effetti negativi dovuti all’emergenza sanitaria – è il commento dell’Istat – hanno limitato in misura significativa la caduta del reddito disponibile e del potere di acquisto delle famiglie. A fronte della brusca contrazione della spesa per consumi finali delle famiglie legata alle misure di contenimento, è aumentato considerevolmente il tasso di risparmio”.

02_Solo_Istat.jpg

ECONOMIA

A giugno l’Italia resta in deflazione 

A giugno l’inflazione registra un aumento del +0,1% su base mensile e una diminuzione del -0,2% su base annua (come nel mese precedente). E’ la stima preliminare dei prezzi al consumo contenuta nella nota diffusa dall’Istat. A determinare l’inflazione negativa per il secondo mese consecutivo sono i prezzi dei beni energetici (-12,1%) che, sia nella componente regolamentata (-14,1%) sia in quella non regolamentata (-11,2%), confermano flessioni molto ampie. I prezzi dei beni alimentari continuano invece a crescere (+2,5%), insieme a quelli di tabacchi (+3,0%) e servizi vari (+1,4%) che contrastano, insieme a quelli dei beni alimentari, le spinte deflazionistiche dei beni energetici. L’inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l’indice generale e a +0,7% per la componente di fondo.

03_Disoccupazione.png

ECONOMIA

Un milione di posti di lavoro a rischio nel 2020

L’Italia ha già perso circa 200mila occupati rispetto al 2019 e rischia “molto probabilmente” di veder cancellato almeno un milione di posti di lavoro entro fine anno. E’ la stima dell’Ufficio studi di Confcommercio. “Ormai c’è un accordo planetario – afferma il responsabile del Centro studi Mariano Bella – sul fatto che l’Italia nel 2020 dovrebbe perdere tra l’8 e il 10% del Pil, il che vuol dire perdere tra 130 e 180 miliardi di prodotto interno lordo. E’ una previsione verosimile a cui dobbiamo credere. Dovremo quindi osservare un’analoga riduzione in termini di occupazione, o altrimenti si dovrebbe pensare che con qualche miracolo giuridico che blocca i licenziamenti, andremo avanti con una produttività che crolla del 10%. E’ impossibile”.

Leggi tutto

04_Savorani.jpg

PRODUZIONE

Ceramica, persi 350 milioni di fatturato per l’emergenza Covid-19

In occasione della recente Assemblea, Confindustria Ceramica ha presentato i dati delle indagini statistiche 2019 relative all’industria ceramica italiana. Con riferimento ai mesi del 2020 segnati daIla pandemia, il Presidente Giovanni Savorani ha sottolineato che “il Covid 19 ha stravolto in questi mesi le nostre vite e dopo l’emergenza sanitaria dobbiamo purtroppo affrontare anche un’emergenza economica e sociale. Il nostro settore ha perso in questo periodo oltre 350 milioni di euro di fatturato, con la necessità di un forte ricorso alla cassa integrazione in tutti i nostri comparti. Fondamentale per la ripresa e per gli effetti sull’occupazione è il rilancio dell’economia nazionale. Gli interventi già previsti dal Governo, come il superbonus del 110% per efficienza energetica e sismica vanno nella giusta direzione, ma sono necessari urgenti interventi di semplificazione amministrativa per far ripartire gli investimenti privati e pubblici.”

Leggi tutto

05_Management2.jpg

MANAGEMENT

Ripensare le sfide per affrontare l’incertezza

Abbiamo tutti a che fare con un’incertezza senza precedenti – e apparentemente infinita – in questo momento. Anche se non si può avere tutta la chiarezza che si vorrebbe, si può evitare di sentirsi disorientati sviluppando la propria “capacità nell’incertezza” e ridisegnando la propria visione dell’ignoto. Alcuni ripensamenti comuni includono:

– L’apprendimento. Chiedetevi cosa potete imparare dalla situazione piuttosto che vederla automaticamente come un contrattempo;

– I giochi. Ricordate che alcuni li vincete e altri li perdete;

– La gratitudine. Riconoscete ciò che avete e di cui siete grati;

– La casualità. Molto, nella vita, è casuale. Quello che vi succede non è sempre conseguenza delle vostre azioni.

Leggi tutto

Dal 1956 ANGAISA è l’Associazione nazionale di categoria dei distributori idrotermosanitari italiani più qualificati. Per informazioni relative ai servizi riservati ai Soci e alle modalità di adesione: info@angaisa.it.

Angaisa_logo.jpg

 

Servizi ANGAISA S.r.l. – Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di ANGAISA
Via G. Pellizza da Volpedo, 8 – 20149 MILANO – Tel.: 02-48.59.16.11 – Fax: 02-48.59.16.22 – Partita IVA: 07614040157

Seguici su

Facebook.png          Twitter.png          Linkedin.png           Youtube.png