Calciomercato in bassomolise.

calcio

Si riscalda l’aria e si infiamma anche il calciomercato in bassomolise. L’Aurora Ururi sarà la prima a partire in eccellenza, infatti i carresi da lunedì 3 agosto inizieranno a sudare al “Fiorilli” per preparare il ritorno nella massima categoria regionale; tre le operazioni condotte dal ds D’Alessandro, il ritorno in giallorosso dell’ex Termoli, Antonio Jannacci, forte difensore centrale, e l’attaccante Mattia Cacchione, dalla Cliternina, in entrata. Ha salutato il gruppo Vito Casalanguida, destinato a riaccasarsi, per problemi lavorativi, alla Polis Petacciato in prima categoria. Proprio i gialloneri si stanno organizzando per una Prima categoria da vertice anche se, con una dirigenza solida, potrebbero tentara il salto fra i cadetti già in questa estate. A Termoli le due società adriatiche stanno muovendo i primi passi. Il Cacio Termoli vede in vetrina il presidente Castelluccio con mille idee per la testa, dopo un incontro con l’amministrazione comunale, il patron del team di eccellenza sembra spronato a restare in città per costituire una compagine di degno rispetto, ma sopratutto con molti aiuti societari per far bella figura; l’imprenditore campano, trapiantato a Vasto, ha lanciato l’ipotesi di gestire, come società, il “Gino Cannarsa”, se ne saprà di più la settimana prossima. Se dovesse cedere la società, Castelluccio potrebbe raggiunge Basler, con cui è già stato a Vasto e San Salvo, per rinforzare la società del Guglionesi che dovrebbe promuovere a trainer Antonio D’Allocco, nell’ultima stagione giocatore del Real ma anche coallenatore della juniores; l’enorme esperienza acquisita tra i professionisti permetterebbe a l’ex Foggia, Vasto e Campobasso di sedersi per la prima volta su una panchina. L’altro team giallorosso, il Termoli 2016, potrebbe puntare a sorpresa ad iscriversi al massimo campionato di eccellenza, fra lo stupore generale. Il presidente Emanuele Di Biase cercherà forze fresche societarie in città, intanto si strizza l’occhio, da voci di corridoio, a mister Massimo Ricci, il De Zerbi dei poveri, di cui si dice un gran bene dopo la positiva esperienza con i baby della polisportiva Ss Pietro e Paolo di Termoli, potrebbe salutare Alex Capozzi, destinato al San Salvo; proprio i vicini abbruzzesi stanno alllestendo una squadra di tutto rispetto per cercare di tornare in eccellenza. Il direttore sportivo è molisano, GianLuca Senese, di Montenero di Bisaccia, e lo scorso campionato ha stravinto la Promozione con il Casalbordino, con lui, approda al San Salvo anche il trainer Gianni Borrelli, un passato in D sulla panchina dei monteneresi, li dovrebbe seguire anche il difensore, e capitano, Silverio Benedetto. Proprio la loro cittadina giocherà nella nuova stagione in prima categoria dopo aver vinto la seconda, un piccolo passo per cercare di ridare a Montenero un calcio degno di un centro che ha avuto il piacere di disputare un campionato di serie D. Sempre in prima categoria si potrebbe riaffacciare la Frentania; i pugliesi che per una stagione hanno disputato solo campionati giovanili, vincendo il titolo juniores del bassomolise, vorrebbero ripartire, per una graduale risalita dalla prima categoria. Un baby molisano alla ribalta in Abruzzo, il termolese Giuseppe Letto, capocannoniere in promozione raggiunge altri corregionali al Casalbordino in eccellenza.